mercoledì 28 agosto 2013

Come Ricavare Un Banco Da Lavoro Robusto Con Poca Spesa.

Reperire un vecchio tavolo da cucina non è affatto difficile, oppure magari tra i mobili vecchi accantonati dai vostri amici e parenti, oppure nei centri di raccolta adibiti a questi tipi di rifiuti ingombranti. Per la sua costituzione e robustezza, un tavolo è l'ideale per ricavare un banco da lavoro con superficie piana e robusta, al di sotto del quale si potranno creare spazi per riporre attrezzi, barattoli di vernice etc etc. Sono sufficienti pochi materiali di recupero o acquistati con poca spesa, che vanno dal truciolare al tamburato, quest'ultimo magari fatto da voi con listelli e compensato.                                                 
Procedimento: Innanzitutto iniziate col circondare il tavolo con listelli di grandezza variabile - non ci sono misure obbligate, potete ottenere la robustezza necessaria anche con listelli di 10 mm di spessore e 20 mm di larghezza. La lunghezza è la distanza tra le gambe del tavolo alle quali bisogna fissarli con viti e colla e ad altezza come da disegno o a piacimento. Potete fissarlo all'interno o all'esterno delle gambe secondo gusti o misure dei materiali. Il principio è quello di realizzare un grande armadietto utilizzando le gambe come elementi portanti e lo spazio al propio interno. Una volta fissati i listelli, a seconda della robustezza dei ripiani, stabilite se è il caso di irrobustire con un listello centrale supplementare. Ora passate alle misure interne le quali è opportuno che siano di altezze diverse per consentire un utilizzo piu' razionale dello spazio. Ricordate che la parte alta risultera' avvantaggiata dal vuoto che normalmente c'è intorno ai fascioni sotto il piano. Se non avete materiale abbastanza largo per coprire l'intera superficie dei ripiani, bastera' inserire dei listelli supplementari ed usarli come punto di appoggio per le giunzioni. Mi raccomando sfruttate piu' lati del tavolo come possibilita' di comodo accesso all'interno del mobile, semplicemente facendo dei sportelli apribili anche ai lati, invece di pareti fisse. Se all'interno deciderete di realizzare piu' scomparti, potrete fare un pensierino su un paio di ripiani scorrevoli. Non è difficile basta solo collocare all'interno delle pareti interessate due assicelle alle quali avrete praticato una scanalatura, magari larga solo un paio di passate con la lama della sega circolare o col trapano a colonna. Se non possedete nessuno dei 2 utensili, ve la caverete semplicemente fissando con viti due assicelle e lasciando tra loro lo spazio sufficiente a far scorrere il piccolo ripiano (ovviamente 2 assicelle per lato). Decidete voi come utilizzare le facciate interne o esterne degli sportelli. Per es., squadre e righelli, cacciaviti e scalpelli possono essere appesi all'esterno o all'interno per averli sempre a portata di mano (il  modo per appenderli potete inventarlo voi).                                                                                                                                                                                                          

sabato 3 agosto 2013

Come Sistemare Una Finestra Di Legno Fuori Squadra.




Come si vede nel disegno, la finestra in questione non è completamente in squadra e questo ne impedisce una perfetta chiusura. Sfilatela dai cardini ed adagiatela su 2 cavalletti, pulite tutte le zone della giunzione ceduta con una linea usata di taglio, distribuite su tutta la finestra un'abbondante mano di impregnante trasparente. Il giorno dopo, ad asciugatura del tutto completata, distribuite colla vinilica su tutte le parti che si sono mosse, dopodichè racchiudete le fessure e le giunzioni aiutandovi con una corda elastica e piccoli colpi di mazzuola pesante picchiando su un pezzo di legno messo a protezione della zona dove bisogna battere.
 Come Ripararla:
In questo modo vedrete che avendo racchiuso le giunzioni, la finestra è tornata completamente in squadra. Completate la riparazione applicando due squadrette in ferro battuto acquistate in un negozio di ferramenta.
Nel caso la vostra situazione sia più grave di quella mostrata, è probabile che al termine dell'operazione descritta, la finestra non sia rientrata perfettamente in squadra, allora potete far ricorso al pialletto per eliminare qualche millimetro. Ovviamente date le circostanze date l'impregnante solo ad operazioni ultimate. E' bene ricordare che il legno usato per gli infissi esterni sottotetti, travi, perline, richiede un trattamento protettivo specifico che va ripetuto ogni 2 o 3 anni.                                                                                            PUO'ANCHE INTERESSARTI: 
 Come Ricavare Un Banco Da Lavoro Robusto 
CLICCA QUI