venerdì 6 novembre 2015

Metodi Fai Da Te Per Distinguere Un Diamante Vero Da Uno Zircone.


diamanti-veri-o-falsi-?
Un trucco visivo per distinguere uno zircone naturale da un vero Diamante, sta nell'accorgersi della loro rifrangenza. In poche parole, uno zircone, se visto con una lente dalla parte superiore (tavola) si noterà la luce riflettere sugli spigoli nella parte inferiore (padiglione) creando quell'effetto di sdoppiamento che rende uno zircone "Birifrangente". Nel Diamante, invece, non si evidenziano i suddetti sdoppiamenti quando lo si osserva con lo stesso metodo di cui sopra, in quanto un vero Diamante propaga la luce in tutte le direzioni e per questo viene chiamato "Monorifrangente".
metodo-fai-da-te-per-distinguere-diamanti

Un'altra delle caratteristiche che fa distinguere un Diamante da uno zircone, è nel peso, che maggiore sarà nello zircone. Inoltre, fate questo ulteriore esperimento:
Tracciate una linea su un foglio di carta.
Appoggiateci sopra la pietra con l’apice verso l'alto.
Se la pietra permetterà “l’effetto lettura” cioè riuscirete a vedere la linea tracciata sul foglio, vorrà dire che avete a che fare con un falso.
Attenzione! Il Diamante sintetico conosciuto come Diamante HPHT o CVD (cubic zirconia) è Monorifrangente come il Diamante, però anch'esso permette di avere un "effetto lettura" tale da non essere ingannati. Essendo il Diamante il cristallo per eccellenza con durezza massima (10 nella scala Mohs) non avrà mai tanti graffi, al contrario lo zircone può possedere tali vistosi difetti. Inoltre, per essere sicuri che il vostro Diamante sia autentico, (sempre con una lente) oltre ai graffi verificate che gli spigoli dove le faccette si incontrano siano ben appuntiti. Al contrario uno zircone avrà gli angoli più smussati.
Tuttavia, in commercio esistono degli strumenti rivelatori. Con questa particolare pennetta, basterà toccare la pietra in questione per avere un responso immediato.


     Ti Può Anche Interessare: