PULIZIA DELLA CANNA FUMARIA






Quanti di voi ricorderanno il famoso film Mary Poppins, quando gli spazzacamini danzavano sporchi di fuligine sul viso, e ricordavano questo antico mestiere che poteva  sembrare un lavoro molto mediocre ma pur sempre nobile, e allo stesso tempo anche di fondamentale importanza per le dimore dei nostri antenati? Come gia' saprete oggi in questa epoca, in questo mondo globalizzato, si e' visto sparire anche questo tipo di mestiere. Oggi sono rimasti veramente in pochi coloro che rivestono questo ruolo, ma lo portano avanti con umilta' e dedizione. Molte volte anche la crisi economica per le fasce piu' deboli, e' stata penalizzante, e tal volta molte famiglie o singoli individui, sono arrivati al punto di non permettersi il piccolo lusso di spendere denaro neanche per far si che le loro case siano sicure e accoglienti  con le dovute manutenzioni ordinarie. Questa situazione non piu' sostenibile. Tutto cio' sta portando sempre piu' persone a prodigarsi e autotutelarsi autonomamente. Queste brevi guide hanno  l'aspettativa  di dare l'informazione giusta al momento giusto, a quelle persone che hanno riscoperto nel propio io, il loro innato talento e di essere PERSONA autodidatta e autosufficiente. Qundi se scegli il fai da te, e  vuoi  effettuare la manutenzione della canna fumaria del tuo caminetto, spero che queste siano  le istruzioni che stavi cercando. Per poter diventare spazzacamino solo per un'oretta, avete bisogno delle seguenti attrezzature almenoche' non soffriate di vertigini. UNA SCALA in caso di necessita' sara' opportuna, UNA LAMPADA O TORCIA ,UN BIDONE ASPIRATUTTO, una SPAZZOLA IN ACCIAIO e BASTONI AD INNESTO (VEDI FOTO ), UN TELO DI STOFFA DELLA MISURA DELLA BOCCA DEL CAMINO, NASTRO ADESIVO, UN PAIO DI GUANTI . Quindi incominciate ad attaccare il telo di stoffa intorno al camino con del nastro adesivo, e cosi' servira' a non far fuoriuscire la fuligine. Allora rechiamoci sul tetto e portiamo con noi la spazzola e tutto l'occorrente, arrivati davanti alla cappetta della canna, una volta sollevato il tettuccio iniziate ad infilare la  spazzola  innestando un bastone alla volta man mano che andate giu', continuate fino a quando la spazzola non si blocca. Poi cominciate a raschiare  tirando verso l'alto, RIPETERE L'OPERAZIONE ALMENO PER TRE VOLTE  con un po' di pazienza otterrete un'ottima pulizia della canna fumaria . Una volta terminato, se avete la possibilita' di attaccare un cavo alla corrente, potrete calare nella canna fumaria, una lampada da elettricista, per poter giudicare se occorrera' dare un'ulteriore passata oppure no. Dopo tutto cio', il grosso del lavoro e' stato gia' fatto, quindi non ci resta che rimettete a posto il tettuccio della cappetta, riprendere tutta l'attrezzatura e tornare giu' nel camino. Utilizzate un bidone aspirapolvere per solidi, alzate il telo che avete messo in precedenza, e aspirate tutta la fuligine caduta. Ripulite per bene e il gioco e' fatto. Tengo a sottolineare l'importanza che tali operazioni lavorative sopra mensionate, vengano svolte con l'aiuto di almeno una seconda persona, al fine di avere  una sicurezza  in piu' per voi stessi. BUON LAVORO.                                                                                                                                                                                                    

RAPPRESENTAZIONE
                        -->