domenica 19 luglio 2020

Come Sistemare E Ripristinare Subito Lievi Ammaccature Sulle Auto


aggiustare-botte-carrozzeria-auto

Condividi La Pagina
Condividi La Pagina

Guida Fai Da Te Per Sistemare Velocemente Delle Piccole Ammaccature Sui Pannelli, Sulla Portiera, Sul Tetto o Sul Cofano Dell'automobile.


Hai acquistato da poco un'auto usata e credi di aver fatto un buon affare, ma una piccola ammaccatura sulla fiancata o sul cofano ne compromette l'estetica? Oppure dall'oggi al domani ti sei accorto di una rientranza sulla carrozzeria della tua auto che non era presente precedentemente e vuoi sapere come risolvere senza dover lasciare l'automobile dal carrozziere?
Non preoccuparti, il problema è risolvibile anche con il fai da te

In pratica, esiste un sistema per ripristinare velocemente una lamiera ammaccata sulla portiera, sul cofano, sul tetto, sui pannelli laterali e in alcuni casi anche sul paraurti di un'autovettura, a patto che, la botta sia lieve e la superficie da sistemare non sia ruvida o presenti rigature.
Ovviamente, tantissime possono essere le cause per cui la carrozzeria di un'auto si ritrovi con delle ammaccature antiestetiche
Andiamo a vedere qual'è la soluzione per intervenire in pochi minuti e senza spendere denaro

Come Ripristinare Le Ammaccature Sulla Carrozzeria Di Un'auto - Fai Da Te

Occorrente

Tieni a portata di mano un comune sturalavandini e verifica che la ventosa di gomma sia priva di sporco o polvere. Nel caso sia sporca, per pulirla usa un panno di cotone o in microfibra imbevuto di alcol.
Porta ad ebollizione un litro e mezzo d'acqua in una casseruola alta. Per ragioni di praticità, (scelta opzionale) potresti travasare l'acqua bollente in una seconda casseruola con manico lungo (figure 1 e 2).
fai-da-te

Avvicina la casseruola con l'acqua bollente alla tua auto, precisamente nel punto in cui la carrozzeria è ammaccata.
Versa lentamente l'acqua bollente da destra verso sinistra e viceversa, sulla parte danneggiata della carrozzeria (figure 3 e 4).









  1. Appena svuotata la casseruola, afferra lo sturalavandini.
  2. Appoggia la ventosa dello sturalavandini al centro dell'ammaccatura. Comprimere la ventosa per creare adesione sulla superficie (la ventosa crea un vuoto d'aria che la fa aderire perfettamente laddove viene fissata).
  3. Tira con forza un colpo deciso verso l'esterno per staccare lo sturalavandini, il quale grazie alla forte adesione con la superficie della carrozzeria, riesce a sollevare verso l'esterno la lamiera e ripristinare la forma originaria.
  4. Tieni presente che a volte è necessario ripetere l'operazione più volte per avere risultato (figure 5 e 6).
    sistema-della-ventosa-sturalavandini
Note e Consigli:

  • Il metodo qui condiviso, si rende efficace per la riparazione di lievi danni sulla carrozzeria auto – ammaccature del diametro da 20 a 30 cm.
  • Ammaccature con diametro inferiore a 20 cm, possono essere riparate con appositi kit o mini estrattori per riparazione che sono attualmente reperibili anche online.
  • Non versare acqua bollente sulla carrozzeria se la temperatura esterna è intorno allo 0 (zero), il rischio è quello di danneggiare la vernice.
  • Se la temperatura è intorno ai 0°, e temi di danneggiare la vernice, esegui la riparazione versando acqua fredda.
  • In alternativa, pulisci la superficie da sistemare con un panno umido e applica un pò di olio di vasellina intorno alla ventosa dello sturalavandini.
  • Non tentare di riparare la carrozzeria con questo metodo fai da te, se la superficie da sistemare è  ruvida o ci sono rigature.

martedì 7 luglio 2020

Ricetta Filtro Solare Naturale Fatto In Casa Per Bambini E Neonati

Filtro-solare-protezione-alta-bambini


Ricetta Con Ingredienti Naturali Per Fare In Casa Una Crema Protettiva Solare Per Bambini E Neonati.

Voglia di vacanze, di relax, di mare e sole per tutta la famiglia? Desideri legittimi, ma con Il Sole meglio non esagerare, e soprattutto occhio ai più piccoli.
Per bambini e neonati l'esposizione eccessiva alle radiazioni solari può essere pericolosa per lo sviluppo di tumori alla pelle in età adulta. Ad avvalorare questa tesi sono stati proprio gli esperti. Infatti, anche sul sito del ministero della salute vengono descritti con chiarezza quali sono i motivi per cui bisogna prestare particolare attenzione ai bambini quando sono esposti ai raggi solari.
La pelle dei bambini è molto delicata, le cellule, quelle che producono melanina (una protezione contro i raggi UV) sono meno reattive rispetto a quelle degli adulti. Le precauzioni da adottare sono semplici ed efficaci, le puoi leggere qui.

Portare con se in borsa una crema solare ad alta protezione, è la prima regola da non trascurare se vuoi prevenire le scottature
Inoltre, visto che stiamo parlando di bambini e neonati, meglio ancora usare una crema formulata con ingredienti naturali. Un recente studio della Food and Drug Administration negli Stati Uniti, ha infatti affermato che alcune sostanze usate nelle creme solari, potrebbero essere dannose poiché in grado di essere assorbite dall'organismo.


Ragione per cui, in questa guida vogliamo condividere una ricetta fai da te per preparare in casa un filtro solare protettivo e naturale particolarmente idoneo per i neonati. 
Tuttavia, anche gli adulti con pelli sensibili e delicate possono beneficiare di questa crema solare ad alto SPF (Sun protection factor) che durerà per tutta l'estate.

Ricetta Per Preparare In Casa Una Crema Solare Ad Alto SPF Per Bambini E Neonati, Composta Da Ingredienti Naturali. 

Occorrente
occorrente-ingredienti















Ingredienti E Dosi


  1. Olio di Avocado 120 ml
  2. Burro di Cacao a Pezzi 55 g
  3. Olio di Cocco 55 g
  4. Cera D'api 25 g
  5. Ossido di Zinco Polvere 30 g
  6. Olio essenziale (profumo a scelta)
Procedimento

Prepara una ciotola grande di vetro o di ceramica e una pentola alta d'acciaio. Versa circa 3 dita d'acqua nella pentola e appoggia sopra la ciotola vuota che servirà per fondere gli ingredienti a vapore (figura 1).
crema-solare-neonati-fatta-in-casa











Versa nella ciotola gli ingredienti uno alla volta, ognuno di essi nelle quantità descritte in questa ricetta. Inizia a versare l'olio di avocado, dopodichè il burro di cacao, l'olio di cocco e in fine la cera d'api. La cera d'api è un ingrediente fondamentale per rendere la crema resistente all'acqua. (figure 2, 3, 4, 5 e 6).













Metti la pentola con la ciotola sul fornello a fuoco medio. Attendi che l'acqua sottostante vada in ebollizione e permetta agli ingredienti di fondere (figura 7). 


















Quando gli ingredienti saranno fusi, fai raffreddare la miscela per un paio d'ore a temperatura ambiente, ma assicurati che non solidifichi. Quando la miscela si sarà freddata, bisognerà aggiungere l'ossido di zinco per renderla una vera e propria crema solare con SPF.
Versa un pò per volta l'ossido di zinco nella miscela e cerca di amalgamare il composto con una frusta da cucina fino a ottenere una crema compatta (figura 8).













Per dare fragranza alla crema solare, è consigliato usare olio essenziale. Gli oli essenziali sono usati principalmente per profumare, tuttavia, ce ne sono alcuni che possono aumentare i benefici per la pelle, come ad esempio l'olio alla “menta piperita” che rinfresca, l'incenso o la lavanda. 
Versa 10 / 20 gocce di olio essenziale nella mistura e continua a mescolare (figura 9).













Il filtro solare naturale è pronto all'uso. Versa il composto in un barattolo di vetro da 300 ml a bocca larga (per confetture), dopodichè chiudi il barattolo con un tappo ermetico (figura 10).

Nota:
  • L'olio di avocado è nutriente e rigenerante, sulle pelli delicate svolge un'azione protettiva contro gli agenti atmosferici.
  • Il burro di cacao è un antiossidante e restituisce tono ed elasticità alla pelle.
  • L'olio di cocco lenisce e rinfresca la pelle rendendola morbida ed elastica.
  • La cera d'api è impiegata per le sue proprietà idrorepellenti e protettive.
  • L'ossido di zinco è un minerale che offre la massima protezione dai raggi UV creando una barriera sulla pelle contro i due tipi di radiazioni solari più dannose.
  • Essendo una crema fatta in casa non è possibile testare con esattezza SPF. Tuttavia, possiamo affermare che grazie alla formulazione e la percentuale di ossido di zinco usato in questa ricetta si ottiene un SPF tra 30 e 50.
  • Per profumare la crema non usare oli essenziali di agrumi, in quanto quest'ultimi sono fotosensibili e possono favorire le scottature solari.
  • Per conservare la crema è consigliato usare un barattolo a bocca larga, in quanto consente di attingere agevolmente al prodotto e non lasciare rimasugli.
  • E' consigliato acquistare delle quantità maggiori di ogni ingrediente, così da preparare più di un vasetto di crema solare, pronto all'uso per l'anno seguente.
Leggi anche: come fare una tinta naturale per capelli rosso bordeaux

Esonero Di Responsabilità – Disclaimer.

Stiamo solo condividendo una ricetta per poter proteggere la pelle dalle scottature da raggi UV nel tentativo di utilizzare ingredienti naturali, sicuri ed economici.
Non siamo degli esperti.
Vi sono prove che alcune creme solari sono composte da nanoparticelle dannose. Tuttavia, non vorremmo raccomandare qualcosa che potrebbe in qualche modo danneggiare la vostra salute.
In caso di incertezza, prima di prendere la decisione migliore per voi e la vostra famiglia, vi invitiamo a fare ricerche approfondite sui vari ingredienti mensionati in questa guida, sulle creme solari, e su come evitare scottature e prevenire macchie solari, rughe e melanomi.

mercoledì 17 giugno 2020

Come Fare Una Zanzariera Rimovibile Per Finestre Con Inferriate



Idea Fai Da Te Low Cost Per Realizzare Delle Zanzariere Rimovibili In Poliestere Per Finestre Con Inferriate Di Sicurezza A Doppia Anta.

Con l'approssimarsi della bella stagione e del clima caldo umido, torna in auge l'annoso problema delle fastidiosissime zanzare. Per quanto possa essere difficoltoso risolvere il problema in maniera efficace e definitiva, esistono tuttavia delle soluzioni che possono quantomeno difenderci e diminuire la presenza di questi insetti molesti. Oltre che adottare dei rimedi naturali che funzionano per allontanare le zanzare, sempre più persone voglio opportunamente dotare le loro case di zanzariere alle finestre.

Tuttavia, installare delle zanzariere su misura in casa può risultare assai costoso. I prezzi possono oscillare da 100 a massimo 500 
, in quanto i costi dipendono sia dalla misura che dalla qualità dei materiali con cui sono realizzate. In questa guida, è nostra intenzione condividere un'idea fai da te abbastanza economica per realizzare una zanzariera rimovibile, particolarmente indicata per finestre con inferriate a doppia anta, e non solo. In pratica, con le adeguate modifiche, la zanzariera fai da te può essere anche fissata al telaio in altri tipi di finestre.

Come Fare Una Tenda Zanzariera Fai Da Te Rimovibile In Poliestere Per Finestre Con Inferriate.

Occorrente
occorrente





E' Consigliato:

  • Acquistare nastro velcro a strappo da cucire (o adesivo) maschio + femmina 5 cm x 10 mt
  • Acquistare una tenda (Tela) per zanzariere in poliestere misura minima: 150 x 250 cm
  • Non usare una macchina da cucire se non hai praticità di cucito a macchina. Meglio incaricare un sarto che lo faccia a posto tuo per pochi euro.

Con un metro, misura l'altezza e la larghezza dell'inferriata della finestra in cui vorrai fissare la zanzariera (figura 1).
zanzariera-per-inferriate

Se la finestra ha due ante di egual misura, dovrai ovviamente creare due tele identiche. Per segnare le linee puoi servirti di un listello di legno o di una staggia in alluminio.
Listello Di Legno
Una volta segnate le misure, taglia con le forbici la tela (figure 2 e 3).
finestre-inferriate


Prepara la macchina da cucire, e trapunta lungo i 4 lati della tela appena tagliata su misura, il lato rigido (maschio) del nastro velcro a strappo. Ripeti l'operazione anche per la tela della seconda anta (figure 4 e 5). 
poliestre

Inizia ad applicare un pò per volta la colla cianoacrilica lungo la cornice esterna dell'inferriata, e incolla un pò per volta il lato morbido (femmina) del nastro velcro a strappo. Fissa il nastro morbido lungo tutta la cornice, e ripeti la stessa operazione anche sulla seconda anta. Per fissare efficacemente il nastro, fai pressione per alcuni secondi sullo stesso con un panno pulito e attendi qualche minuto per l'essiccazione della colla (figure 6 e 7).
economica

Fissa le due tele alle inferriate grazie al nastro a strappo lungo i bordi delle ante di ferro.
La zanzariera è pronta per svolgere la sua funzione di barriera contro le zanzare (figure 8 e 9).


venerdì 29 maggio 2020

Come Chiudere E Sigillare Facilmente Una Spaccatura Nella Plastica

Idea Brillante Fai Da Te Per Chiudere E Sigillare Facilmente Le Spaccature E Le Perdite Nei Recipienti, Nei Secchi, Nei Contenitori, Nei Vasi, Nelle Vasche, Nei  Barili, Negli Annaffiatoi, Nei Bidoni, Nei Serbatoi E In Qualsiasi Altro Oggetto Di Plastica.

Le materie plastiche (rispetto al metallo) hanno il vantaggio di resistere alla corrosione, di essere idrorepellenti e inattaccabili da muffe.
Gli oggetti fatti di plastica, se usati con cura possono durare una vita. Tuttavia, almeno che l'oggetto non sia gravemente danneggiato da fori e squarci grossolani, e quindi non più utilizzabile, è possibile aggiustarlo in maniera efficace sfruttando l'idea che andremo a illustrare. Ad esempio, se devi sigillare una perdita in un serbatoio o un contenitore di plastica, è possibile rimediare da soli con il sistema della saldatura chimica.

Andiamo a vedere come sigillare facilmente una spaccatura in un
 oggetto di plastica, grazie alla colla a rapida essiccazione e al bicarbonato di sodio. 

Come Aggiustare Oggetti Di Plastica Danneggiati Con La Saldatura Chimica Fai Da Te.

Occorrente
fai-da-te

Individuata la spaccatura da sigillare sull'oggetto di plastica, pulisci la superficie con un pò di alcool etilico in quel preciso punto.
Procurati un tubetto di colla cianoacrilica a rapida essiccazione e qualche grammo di bicarbonato di sodio. La colla cianoacrilica liquida mescolata al bicarbonato di sodio, crea un composto solido simile alla resina (figura 1).

saldare-crepe-sulla-plastica

Per chiudere la crepa con la saldatura chimica, procedi come descritto e illustrato.
Inizia ad applicare un pò di colla sulla crepatura in modo uniforme. Con immediatezza, applica sulla crepatura un pò di polvere di bicarbonato.
Per sigillare efficacemente la crepa, è fondamentale che la polvere di bicarbonato si attacchi alla colla ancora fresca per occludere la fenditura.
Non esitare troppo prima di applicare il bicarbonato onde evitare che la colla indurisca rapidamente. Ripetere l
'operazione (colla + bicarbonato) almeno 3 volte.
La sequenza corretta è la seguente:

  1. Colla + Bicarbonato
  2. Colla + Bicarbonato
  3. Colla + Bicarbonato + Colla
(vedi sequenza da figura 2 a 8).

A fine operazione attendi 5 minuti circa, e assicurati che la colla mescolata al bicarbonato abbia sigillato perfettamente la fessura e sia completamente essiccata. A fine operazione noterai uno strato solido ma sottile simile a resina.
In fine, con un panno umido tampona la parte trattata per rimuovere eventuali residui di bicarbonato.



Se l'oggetto di plastica appena riparato è un secchio o un recipiente, riempirlo d'acqua e verifica se ci sono ancora delle perdite (figura 9).
Se eseguito correttamente questo sistema di saldatura chimica risulta infallibile.

come-chiudere-fenditure-sulla-plastica



Nota:
  • Non toccare mai a mani nude la colla cianoacrilica prima che sia completamente essiccata. Prima di usare la colla leggi sull'etichetta i tempi di essiccazione.
  • Il metodo qui condiviso risulta essere molto efficace per danneggiamenti di piccola e media entità.
  • Il metodo qui condiviso è efficace per sigillare e riparare qualunque oggetto costituito da materie plastiche: PVC, PET, PP, PA, RESINE ACRILICHE, TEFLON, ABS, CELLULOIDE.
Esonero Di Responsabilità - Disclaimer

Stiamo solo condividendo un'idea fai da te. Non siamo degli esperti e nessuno di noi è responsabile per eventuali perdite o danni causati dalle informazioni contenute in questo articolo. Divertiti ma stai sempre al sicuro e prenditi cura della tua salute.