mercoledì 1 aprile 2020

Come Disinfettare L'acqua Potabile In Casa Per Uccidere Virus E Batteri


uccidere-batteri-in-acqua

2 Metodi Fai Da Te Per Uccidere Virus e Microrganismi Patogeni Nell'acqua Potabile In Caso Di Estrema Emergenza Idrica.

L'acqua, è il bene naturale più prezioso per tutti gli esseri viventi.
In mancanza di essa la vita sulla terra rischierebbe di scomparire.
Facendo i dovuti scongiuri, in caso di estrema emergenza, dovuto a guasti alle tubature, alluvioni, o altro genere di calamità naturale, l'interruzione del regolare servizio idrico se pur momentaneo può diventare un problema molto serio.
Le autorità, in questi casi potrebbero emanare delle direttive sul consumo di acqua potabile di riserva.

In caso di emergenza idrica, sia in aree urbane che rurali, prima di cucinare, dissetarsi o per altri fabbisogni personali, si raccomanda di disinfettare l'acqua, o usare soltanto quella in bottiglia.


Se prima di disinfettare l'acqua vuoi scoprire come purificarla in casi estremi se torbida o fangosa, leggi questa guida.

Come Pulire Un 1 L D'acqua In Casi Estremi.

Per eliminare virus e batteri, è importante far bollire l'acqua prima dell'uso.

E' vero che, l'ebollizione disinfettadistrugge gran parte dei patogeni, tuttavia altri contaminanti quali; i metalli pesanti e altre sostanze chimiche non vengono eliminate.
sterilizzare-OMS-2015

In realtà, oltre quello dell'ebollizione esiste anche un'altro sistema fai da te per eseguire in maniera semplice una più che sufficiente disinfezione dell'acqua.
Andiamo a scoprire nel dettaglio le istruzioni per usufruire nel modo corretto di ambedue i metodi.



Procedimenti Per Disinfettare L'acqua Potabile.


Per Ebollizione


Come detto in precedenza, l'ebollizione può distruggere batteri e virus protozoi (Organizzazione Mondiale Della Sanità 2015).

  • Se l'acqua è torbida o fangosa fai depositare sul fondo i residui, dopodichè filtra l'acqua con un panno o un canovaccio pulito. Leggi: come pulire 1 L d'acqua in casi estremi.
  • Fai bollire l'acqua per almeno 1 minuto. Se ti trovi ad altitudini superiori ai 1.000 mt fai bollire per 3 minuti circa.
    bollire-acqua
  • Fai freddare l'acqua per il tempo necessario e versala in damigiane di vetro pulite con tappo.
  • Per migliorare il sapore, puoi aggiungere un pizzico appena di sale per ogni litro, oppure travasare l'acqua da un contenitore pulito all'altro per più volte.


Con Candeggina (non profumata)


Se sei impossibilitato/a a bollire acqua, puoi usare quest'altra tecnica in caso di estrema necessità.
L'ipoclorito di sodio è l'ingrediente attivo diluito in soluzione acquosa dall'1 a 25 % da cui prende nome la candeggina.
La disinfezione dell'acqua con candeggina rimuove, disattiva o uccide i patogeni con conseguente interruzione della crescita e della riproduzione.
Usare acqua potabile non disinfettata può causare malattie.

  • Se l'acqua è torbida e impura fai depositare sul fondo i residui, dopodichè filtra l'acqua con un panno o un canovaccio pulito. Vedi: come pulire 1 L di acqua in casi estremi.
  • Usa candeggina con percentuale di ipoclorito di sodio da 6 a 8,25 %. Leggi l'etichetta.
    metodo-fai-da-te
  • Procurati un contagocce, di solito è possibile reperire un contagocce rovistando nell'armadietto dei medicinali.
    metodo-gocce-candeggina
  • Versa 2 gocce di candeggina per litro d'acqua. Se l'acqua è molto torbida o abbastanza fredda raddoppia le dosi di candeggina – 4 gocce per litro.
    estrema-emergenza-idrica
  • Capovolgi più volte il contenitore con tappo per mescolare l'acqua.
  • Lascia riposare per 30 minuti circa.
  • Se dopo 30 minuti non avverti un leggero odore di candeggina, ripeti il dosaggio e metti a riposare l'acqua per altri 15 minuti.
  • Se l'odore è troppo pungente, per renderla appetibile travasa l'acqua per un paio di volte da una damigiana all'altra, e metti a riposare per un'ora circa prima dell'uso.
Come Pulire Un 1 L D'acqua In Casi Estremi.


Nota:
  • Leggi bene l'etichetta.
  • Usa solo candeggina con ipoclorito di sodio da 6 a 8,25 %.
  • Non dimenticare che la candeggina va conservata a temperatura ambiente.
  • La candeggina ha una scadenza che è di circa un anno, quindi sostituisci la candeggina almeno una volta l'anno.
  • Non usare candeggina con aggiunta di profumi o coloranti, adopera solo il prodotto classico per uso domestico “non profumata”. 

Hai dei dubbi? Vuoi maggiore sicurezza?
Puoi disinfettare l'acqua potabile seguendo nell'ordine entrambe i metodi riportati in questa guida.