sabato 30 novembre 2013

Guida - Come Si Applicano Le Mensole A Parete.

Le mensole sono un complemento d'arredo indispensabile, che può venire utile come piano d'appoggio per vari oggetti, come ad es. libri, dvd, impianto HI-FI, bottiglie, utensili e tutto ciò che serve in casa, permettendo quindi di ampliare lo spazio fruibile. Le mensole, vanno appoggiate per la maggiore su reggimensola ad "L" delle dimensioni adatte al piano da ospitare. Ogni mensola richiede sempre almeno 2 supporti, che andranno montati a distanza adeguata tra di loro, facendo riferimento al peso che dovranno sostenere. Di supporti ne esistono un'infinità di modelli, ma i più economici sono in lamiera stampata con viti di fissaggio, mentre in quelli più sofisticati la struttura è coperta da un guscio di plastica che andrà montato a pressione, una volta montato il reggimensola stesso. Ogni reggimensola ha almeno 2 occhielli per il fissaggio, alcuni di forma allungata appositamente creati per permettere correzioni in senso verticale ed orizzontale in fase di montaggio.



Come Eseguire Il Montaggio.
Per fissare i supporti ad "L" servitevi di un metro, una livella a bolla d'aria e una matita. Una volta decisa la distanza tra i due reggimensola, e l'altezza, potete intanto fissare al muro il primo supporto. Il secondo supporto andrà montato con più accortezza, perchè è quello che insieme all'ausilio di un livello farà si che la mensola rimanga perfettamente in orizzontale. Una volta montati i reggimensola, con tasselli, viti o bulloni (secondo il tipo di superficie) appoggiate la mensola in modo da centrarla, e controllate con la livella a bolla che sia perfettamente in orizzontale. In caso contrario eseguite gli spostamenti necessari, per poi serrare i tasselli e tracciare sul lato inferiore della mensola i fori di avvio. Per finire fissate la mensola con viti a legno di grosso diametro ma di lunghezza non superiore allo spessore della mensola.
Consigli Utili.
Prima di installare una mensola prendete informazioni sui tipi disponibili, colori, misure, peso supportato ecc. Se avete problemi di spazio, optate per mensole pieghevoli e per le guide rientranti. Usate spesso la livella a bolla d'aria per verificare la posizione dei reggimensola e delle mensole.

Ti Può Anche Interessare:
  Realizzare Una Mensola In Stile Danese 
CLICCA QUI
 Scrittoio Portaoggetti Fai Da Te 
CLICCA QUI


venerdì 29 novembre 2013

Guida Alla Riparazione Di Una Tubatura Che Perde Acqua.

Uno degli inconvenienti domestici più frequenti, è quello di accorgersi di una perdita d'acqua in una tubatura, e il più delle volte, quando accade ci coglie  impreparati. Se anche tu attualmente sei alle prese con questo piccolo problema, e vuoi sapere come  risolverlo nella maniera più adeguata, allora segui al dettaglio il metodo qui  illustrato in 7 passi.
 GUIDA: Come Bloccare Provvisoriamente Una Perdita  D'acqua In Una Tubatura.
                                                                                                                      
                   
Chiudere il rubinetto di intercettazione dell'impianto.

Impastate del mastice epossidico per idraulica, e ricopriteci per intero la parte della perdita.
  
Per aumentare la tenuta, applicate del nastro isolante  sopra allo stucco.
                                        
Un intervento di fortuna, consiste nel mettere sulla parte interessata, un foglio di gomma da stringere con fascette metalliche.

Un'altro sistema, consiste nel mettere un manicotto di emergenza costituito da morsetto aperto rivestito internamente di gomma. Posizionate il manicotto a contatto della parte della perdita, e inserite le viti nella sede. Stringete le viti con una chiave.

In casi estremi, se non potete eseguire una riparazione, isolate una parte dell'impianto tagliando il tubo prima della perdita. 

Sigillate la testa del tubo con un tappo imbragato con una cordicella. Potete rimettere in funzione una parte dell'impianto mentre procedete. Per evitare che la casa rimanga senza acqua, durante l'emergenza, dopo il primo tamponamento riducete la pressione dell'impianto.
Ti Può Anche Interessare:
 Come Riparare Un Ferro Da Stiro. 
CLICCA QUI




martedì 26 novembre 2013

Come Aggiustare Un Ferro Da Stiro - Sostituzione Dei Componenti Primari.

Il ferro da stiro è uno degli elettrodomestici più sollecitati, e in fatti è quello che si guasta più di frequente. Di solito le vittime dell'usura sono: il cordone di alimentazione e la resistenza, ma anche altri componenti, come ad es. il termostato, oppure nei ferri a vapore, le valvole di erogazione dell'acqua possono guastarsi (raramente), in quest'ultimo caso è richiesto l'intervento di un tecnico specializzato. In questa breve guida, sono illustrate le più frequenti operazioni di riparazione per un ferro da stiro, eseguibili con un pò di fai da te. 


Come Sostituire Il Cavo (cordone) Di Alimentazione, e La Resistenza Di Un Ferro Da Stiro.
  
 

 
  
 
 
 
 


                  Ti Può Anche Interessare:
 Altri Lavoretti Fai Da Te Da Fare In Casa 
GUIDE UTILI - CLICCA QUI




lunedì 11 novembre 2013

Guida - Come Eseguire La Curvatura Delle Assi Di Legno.

Sono vari i metodi per piegare listelli ed assi di legno di un certo spessore. Immergere il legno in acqua calda per un paio di giorni, rende le assi abbastanza morbide da consentire la piegatura agevole senza provocarne la rottura. Una volta ben asciugato, il legno tornerà alla robustezza originaria, e la forma voluta ovviamente rimarrà stabile. Naturalmente per far sì che l'asse mantenga la forma voluta, bisogna piegarlo e fissarlo in quella posizione facendo uso di una Disma, (una specie di stampo) e morsetti, che aiuteranno a fermare l'asse di legno fino ad asciugatura completa.
 I 2 disegni mostrano alcuni sistemi:
 Appoggiato su una Disma, qui il legno viene fermato con l'aiuto dei morsetti fino ad asciugatura completata.

 In questo caso, dato lo spessore del pezzo, bisogna eseguire delle scanalature che aiutano molto la piegatura, riducendo praticamente lo spessore del pezzo in più punti. Riempire poi di colla. 
Un altro sistema per ottenere curvature molto accentuate, consiste nel fissare varie strisce di compensato (in questo caso non usate l'immersione, il compensato non può essere impregnato in acqua). Sovrapponeteli semplicemente l'uno su l'altro con della colla, fissandoli ogni 2 o 3 strisce (secondo lo spessore) e aiutandovi con delle viti che poi toglierete a colla asciugata. In questo caso le viti vanno messe alle estremità in modo che possiate tagliare i pezzi subito dopo il foro lasciato dalle viti (fate in modo che la lunghezza comprenda questi tagli).
 Ti Può Anche Interessare:
 Come Realizzare Una Mensola In Stile Danese 
CLICCA QUI


 Idee Per Uno Scrittoio Portaoggetti Fai da te 
CLICCA QUI



sabato 9 novembre 2013

Fare Il Muratore, L'imbianchino e Il Falegname Per Hobby.

Negli ultimi tempi, piccoli interventi di muratura, pavimentazione, tappezzeria, piccole realizzazioni in legno e verniciatura, stanno rientrando tra quelli che noi chiamiamo hobby comuni, come ad es. la raccolta di francobolli e la replica delle auto granturismo d'epoca. Dunque il mondo degli hobby ha cambiato motivazioni, da quello che era un semplice passatempo (il fai da te), sta diventando una vera e propia forma di risparmio. Parola d'ordine "arrangiarsi", imparare l'arte e farne tesoro in tempi di crisi come quello attuale, risulta essere appagante e nello stesso tempo molto conveniente.

Basta pensare alle migliaia di euro da spendere in vernici per una tinteggiatura, facendo da sè il lavoro, e quanto ci costerebbe un imbianchino professionista per il medesimo scopo. Inoltre da considerare, che le attività hobbistiche di qualche tempo fà erano passatempi che richiedevano molta più pazienza, in quanto quasi totalmente dominate dalla manualità. Ad oggi, trapani, avvitatori, attrezzi per verniciatura a spruzzo, utensili elettrici o a pile e quant'altro, hanno drasticamente ridotto i tempi di lavorazione, consentendo inoltre di raggiungere migliori risultati. Anche i materiali in commercio hanno fatto passi in avanti da gigante, a favore della semplicità d'uso, della riduzione della fatica e del tempo.
                                                                                                                                                            
Ad es. sono fiorite offerte molto ampie di moquette, mattonelle, e parquet dalla posa facile e veloce, a prezzi davvero competitivi. Per non parlare di pareti prefabbricate, e poi colle, miscele, leganti, adesivi, malte, vernici, e sostanze idrorepellenti per l'isolamento. In parole povere, tutto ciò che può rendere più agevole e più preciso il lavoro di un dilettante, ma anche quello di un professionista. Grazie ai materiali moderni di oggi è possibile intervenire sulla riparazione e costruzione di pareti e pavimenti della propia abitazione, che un tempo solo il muratore professionista e il piastrellista sapevano fare. Partendo dalle tecniche fondamentali, le guide che puoi consultare su "lavoricreativifaidate.com" forniscono istruzioni illustrate, di lavori semplici, come ad es.
la tinteggiatura delle pareti, e la decorazione con le mascherine (stencil), a lavori più impegnativi, come ad es. eseguire la posa di un pavimento in mattonelle, la costruzione di un muretto divisorio, e per chi vuole improvvisarsi falegname (attrezzi permettendo), la realizzazione di un tavolo rustico da giardino, e molto altro. 


Se si tengono presenti le norme sulla sicurezza dettate dal buon senso, per svolgere un lavoro in tranquillità prevenendo gli incidenti, gli interventi descritti su questo sito diventano un passatempo utile e divertente. 
Ti Può Anche Interessare:
 Alcuni Lavori Creativi Fai Da te Da Fare In Casa E Per La Casa 
ALTRE GUIDE UTILI ? - CLICCA QUI


lunedì 4 novembre 2013

Come Realizzare Una Mensola Di Legno In Stile Danese.

Scelta Dei Materiali. Legno di abete, pino o larice... scegliete voi. Una volta stabilite le dimensioni, procuratevi il materiale che dovrà essere di circa 2 cm di spessore e da 10 a 14 cm di larghezza. Acquistate le tavole dopo aver deciso le misure, e sceglietele guardando bene la posizione dei nodi e delle venature. Tenete presente che: un nodo sano ed un tratto con venature scure ed evidenti non pregiudicano il lavoro. L'importante non farle capitare dove non devono capitare, pertanto guardate le tavole col metro in mano, e stabilite grosso modo come dividere la lunghezza dell'asse in questione, così da non avere grossi scarti.
Procedimento. Il disegno qui in basso propone una forma a triangolo equilatero, ma questa può essere modificata a vostro gusto aprendo o chiudendo più o meno il triangolo. Importante dovrà essere la precisione nei tagli che devono essere fatti con l'inclinazione precisa, altrimenti si vedrebbero sgradevoli fessure negli incroci. Fate il primo taglio con un paio di cm di abbondanza così avrete spazio per rifinire ed arrotondare. Se avete deciso per 2 ripiani, avrete così 4 assi che appoggerete di costa su una superficie piana (tavolo o pavimento). Sistemate le tavole come da misura e modello decisi e provate a spostarle cambiando apertura e chiusura del triangolo. Decisa la posizione definitiva, verificate che le misure siano precise, e badando a non spostarle dalla loro posizione, tracciate leggermente con una matita tutti i punti incrocio di tutte le tavole. Se noterete che sarà difficile sovrapporre le 2 assi oblique rendendo complicata la manovra con le tavole orizzontali, potete ovviare eseguendo per primi i tagli all'apice delle 2 oblique. Una volta fatto questo sarà molto più facile proseguire.


    
                                                                                   
Controllate bene la profondità dei tagli, i quali devono essere la metà esatta della larghezza delle tavole, sempre che decidiate che le orizzontali debbano essere a filo delle oblique (cosa niente a fatto obbligatoria). Stabilita anche la profondità di taglio, passiamo ora ad eseguirlo, usando ora degli accorgimenti per questa operazione che deve essere molto precisa. Applicate il nastro (usate la squadra) anche sulle linee tracciate nel senso della larghezza della tavola, oppure meglio ancora fissate con dei morsetti 2 tavolette di scarto a delimitare la riga di taglio: faranno da guida alla lama del seghetto (il quale è bene che sia a denti piccoli). Usando queste precauzioni eseguirete un taglio preciso, dritto e non creerete bavature o scheggiature. Se avrete fatto un buon lavoro sarà possibile che, montato il tutto, risulti un insieme compatto. Magari per le piccole rifiniture userete la carta vetrata o la lima. Per l'assemblaggio non avrete bisogno di colla, viti o staffetta per fissare il tutto, ma passate direttamente alla verniciatura secondo i vostri gusti. Potrà essere effettuata con mordente, turapori, flatting lucido, opaco, trasparente oppure leggermente colorato, secondo il legno usato. Meglio eseguire la verniciatura col flatting prima del montaggio definitivo in quanto stendere bene la vernice densa negli angoli è più difficile, ed anche la carteggiatura risulterebbe più difficoltosa.                                                                                                                                           
                                Rifinitura. Ogni spigolo può essere arrotondato, in ogni caso è consigliato di passare tutti i bordi con carta vetrata fine, e magari sugli spigoli con la lima per una tondeggiatura un poco più accentuata.
Fissaggio Al Muro.Può essere fatto con viti ad espansione o tasselli, uno per angolo a seconda del muro. E' consigliato l'uso di apposite piastrine da collocare nei punti nascosti. 
Ti Può Anche Interessare:
 Altri Lavori Creativi Per La Casa. 
ALTRE GUIDE UTILI? CLICCA QUI